Per tutte le informazioni sull’ufficio.

 

 


Archivio risultati elettorali


Archivio storico delle Elezioni a cura del Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali:

http://elezionistorico.interno.it/index.php


ALBO UNICO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI SCRUTATORE DI SEGGIO ELETTORALE.
Artt.1 e 3 L. 08.03.1989, n. 95 come sostituiti dall’art.9 della Legge 30.04.1999, n. 120

AGGIORNAMENTO PERIODICO
Avviso pubblicato all’Albo Pretorio on line al n. 2457 in data 21 ottobre 2020.

Ai fini dell’aggiornamento periodico dell’Albo delle persone idonee a ricoprire l’incarico di scrutatore di seggio elettorale, SI RENDE NOTO ai cittadini, iscritti nelle liste elettorali del Comune, in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge che desiderino essere iscritti nell’Albo delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale a presentare apposita domanda entro il mese di novembre del corrente anno.
I moduli per la domanda sono disponibili qui di seguito oppure presso l’Ufficio Elettorale.
Gli elettori già iscritti nell’Albo sono esonerati dal presentare nuovamente la domanda.

CHI PUÒ FARE RICHIESTA

Possono richiedere l’iscrizione nell’albo degli scrutatori i cittadini residenti iscritti nelle liste elettorali del Comune di Adria. con i seguenti requisiti:
cittadinanza italiana;
titolo di studio: diploma di scuola dell’obbligo

MODALITÀ DI RICHIESTA

La richiesta di iscrizione deve essere presentata al Sindaco del Comune di Adria entro il 30 novembre di ogni anno. Il modulo per la domanda è disponibile presso l’Ufficio Elettorale oppure può essere scaricato da questa pagina.

SONO ESCLUSI DALLA FUNZIONE DI SCRUTATORE DI SEGGIO ELETTORALE

  • i dipendenti dei Ministeri dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti:
  • gli appartenenti alle Forze Armate, in attività di servizio;
  • i medici delle ULSS incaricati delle funzioni già di competenza dei medici provinciali, degli ufficiali sanitari e dei medici condotti;
  • i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione;
  • i dipendenti dei Ministeri dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti;
  • gli appartenenti alle Forze Armate, in attività di servizio;
  • i medici delle ULSS . incaricati delle funzioni già di competenza dei medici provinciali, degli ufficiali sanitari e dei medici condotti;
  • i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

ALBO PRESIDENTI DI SEGGIO

AGGIORNAMENTO DELL’ALBO DEI PRESIDENTI DI SEGGIO
I cittadini residenti iscritti nelle liste elettorali del Comune possono richiedere l’iscrizione nell’albo dei presidenti di seggio entro il mese di ottobre di ciascun anno.
La richiesta di iscrizione deve essere presentata al Sindaco entro il 31 ottobre di ogni anno.

CHI PUÒ FARE RICHIESTA
Possono richiedere l’iscrizione nell’albo dei presidenti di seggio i cittadini residenti iscritti nelle liste elettorali del Comune di Adria. con i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • età non superiore ai 70 anni;
  • titolo di studio: diploma di scuola media superiore;

MODALITÀ DI RICHIESTA
La richiesta di iscrizione deve essere presentata al Sindaco del Comune di Adria entro il 31 ottobre di ogni anno. Il modulo per la domanda è disponibile presso l’Ufficio Elettorale oppure può essere scaricato da questa pagina.

SONO ESCLUSI DALLA FUNZIONE DI PRESIDENTI DI SEGGIO

  • i dipendenti dei Ministeri dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti:
  • gli appartenenti alle Forze Armate, in attività di servizo;
  • i medici delle ULSS. incaricati delle funzioni già di competenza dei medici provinciali, degli ufficiali sanitari e dei medici condotti;
  • i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

Per consolidata prassi, è consigliabile, data la complessità e delicatezza dell’incarico, avere già svolto le funzioni di vice-presidente di seggio, segretario o scrutatore.

ALLEGATI


GIUDICI POPOLARI

In riferimento all’amministrazione della giustizia i Comuni svolgono tra l’altro la funzione di formazione degli elenchi di revisione degli Albi dei Giudici popolari delle Corti di Assise e delle Corti di Assise di Appello.
Questa funzione, che deve essere esercitata ogni anno dispari tramite una apposita Commissione comunale (composta dal Sindaco, o suo delegato, e da due consiglieri comunali), comporta la formazione di un elenco di iscrivendi ed uno di cancellandi per ciascuno dei due tipi di Albo.
Nell’elenco “iscrivendi” devono essere inseriti i nominativi dei cittadini residenti che hanno i requisiti indicati agli articoli 9 e 10 della legge 10 aprile 1951, n. 287 e in quello dei cancellandi i nominativi di coloro che non hanno più i requisiti richiesti.

Requisiti

  • Residenza anagrafica nel Comune
  • cittadinanza italiana e godimento dei diritti politici
  • età non inferiore ad anni 30 e non superiore ad anni 65
  • essere in possesso del diploma di scuola media inferiore per l’iscrizione all’albo dei giudici popolari di Corte d’assise;
  • essere in possesso del diploma di scuola media superiore per l’iscrizione all’albo dei giudici popolari di Corte di assise di appello;
  • buona condotta morale.

Non possono chiedere l’iscrizione all’albo di giudice popolare:
a) i magistrati e i funzionari in attività di servizio appartenenti o addetti all’ordine giudiziario;
b) gli appartenenti alle forze armate dello Stato e a qualsiasi organo di polizia (anche se non dipendenti dallo Stato) in attività di servizio;
c) i ministri di qualsiasi culto e i religiosi di ogni ordine e congregazione.

Le iscrizioni vengono aperte ogni 2 anni (anni dispari) e la domanda deve essere presentata a partire dall’1 aprile fino al 31 luglio.

L’iscrizione all’albo è permanente.

Obblighi e rimborsi

Gli iscritti all’albo dei giudici popolari hanno l’obbligo di prestare servizio quando vengono chiamati.
Chi, senza giustificato motivo, non si presenta, è condannato al pagamento di una somma che va da euro 2,58 a euro 15,49, nonché alle spese dell’eventuale sospensione o rinvio del dibattimento.
Ai giudici popolari spetta un rimborso di euro 25,82 per ogni giorno di effettivo esercizio della funzione.
Per i lavoratori autonomi o lavoratori dipendenti senza diritto alla retribuzione nei giorni in cui esercitano la loro funzione, il rimborso è di euro 51,65 per le prime 50 sedute e di euro 56,81 per le udienze successive.

L’iscrizione negli elenchi di revisione può avvenire d’ufficio o a domanda da parte dell’interessato.

 

Allegato: Domanda di iscrizione all’albo