Lo sguardo del buio. Il “Cieco d’Adria” e il Tintoretto

Riapre sabato 5 Settembre p.v. fino al 6 gennaio 2021 la mostra allestita presso il Museo Archeologico di Adria “Lo sguardo del buio. Il “Cieco d’Adria” e il Tintoretto organizzata dal Comune di Adria in collaborazione con la Direzione Regionale Musei del Veneto e la Pro Loco.
La mostra è incentrata sulla tela raffigurante Luigi Groto detto il Cieco di Adria, di proprietà dell’Amministrazione Comunale, custodita nella sede municipale, attribuita a Jacopo Robusti detto il Tintoretto o piuttosto alla sua bottega.
L’esposizione indaga, inoltre, il rapporto esistente tra la figura di Luigi Groto e il modo in cui viene rappresentato nell’iconografia pittorica ponendo un particolare accento sulla sua cecità intesa non come caratteristica debilitante bensì come possibilità di penetrare la realtà, con un percorso parallelo a quello tradizionale, destinato alla fruizione tattile da parte anche di un pubblico di ipovedenti e non vedenti, facendo di questo un valore aggiunto e caratteristica distintiva intesa come un veicolo di trasmissione culturale universale.
La mostra è stata realizzata con il sostegno di Bancadria Colli Euganei – Credito Cooperativo s.c. e Delta Consulting srl e grazie alla fattiva collaborazione con la Fondazione Scolastica “C. Bocchi” di Adria, l’Accademia dei Concordi di Rovigo, l’Unione Italiana Ciechi di Rovigo e l’Istituto di Istruzione Superiore “Polo Tecnico” di Adria. Media partner .ITADRIA by italiani.it.

Allegato

Vai ad inizio pagina